21 Giugno 2019
bollettino/giornalino

Il Domio fa piangere Muglia

17-04-2015 - 50,48 KB - Il Piccolo
icona relativa a documento con estensione jpg Il Domio fa piangere Muglia

MUGGIA. Derby difficile tra il Muglia (alla ricerca di punti-salvezza per allontanarsi dalla zona play out), mentre il Domio (oramai tranquillo a metà classifica) voleva dimostrare di esserci e si saper lorrate sino all´ultima partita.

Ovviamente chi era più interessato ad un risultato positivo era decisamente il Muglia
La squadra di Busetti si dimostrava di bel principio la più pronta a lanciarsi in avanti. Trovando, però, gli ospiti pronti a bloccare e lesti ad iniziare a spingere a loro volta.
Di fatto la prima grossa occasione era proprio del Domio; al 9´ Romano si liberava e si trovava a tu per tu con Scrignar abile a salvare in calcio d´angolo.
La partita non calava di intensità ed i padroni di casa continuavano nel pressing mentre gli avversari non lasciavano varchi e riuscivano a bloccare quasi sul nascere i pericoli.
In questo contesto il Muglia privilegiava soprattutto veloci contropiede che facevano venire parecchi brividi ai padroni di casa che, dal canto loro, non riuscivano a sfruttare appieno diversi calci d´angolo.
Il Domio, come detto, utilizzava spesso il contropiede e, dopo aver visto Pohlen calciare alta una punizione, ribaltavano il fronte ed al 33´ Chierini scattava portandosi a tu per tu con Scrignar che che allontanava ma Romano, sopraggiunto di corsa, raccoglieva ed andava al vantaggio con un pallonetto.
Per i padroni di casa una vera doccia fredda. Il Muglia cercava di rimediare ma nei minuti di recupero Gangale veniva espulso per doppia ammonizione e portava la squadra a dover rivedere schemi e filosofia in un momento particolarmente difficile.
Ovviamente il Muglia si trovava in grossa difficoltà nella ripresa ma non demordeva.
La penalizzazione, anzi, sembrava aver dato ulteriori stimoli alla squadra. Che riprendeva a spingere, anche se con minor intensità, cercando il pareggio e l´eventuale importantissma vittoria.
Tanto che la pressione esercitata portava a diversi calci d´angolo ed, in un paio di questi, Leiter ci provava di testa e mancava di un soffio.
Nel frattempo, però, il Domio non restava di certo a guardare, anzi. Gli ospiti cercavano di chiudere la partita, anche se sono riusciti a farlo solamente al 40´ minuto.
In quel frangente, infatti, Massimiliano Palmisano (un ´71 di grande professionalità e costanza che, nonostante i 44 anni, si è sempre allenato anche se è tornato a giocare solo da un paio di turni) andava al raddoppio. Lo faceva direttamente su punizione da lunga distanza, praticamente imparabile per Scrignar, chiudendo una partita che aveva visto anche l´esordio del ´99 Grego e del ´97 Male.

MUGLIA 0
DOMIO 2
MARCATORE: pt 33´ Romano; st 40´ Palmisano
MUGLIA: Scrignar, Di Vaccaro, Gangale, Yatchouminou (st 31´ Crevatin), Bolcic, Leiter, Centrone, Perossa, Giannella (st 25´ Carrettin), Pohlen, De Tomi. All.: Busetti
DOMIO: Barbato, Zancola (Vescovo A.), Kobec, Palmisano, Tremul, Fantina, Chierini, Puzzer (Male), Pippan, Romano, Grego (Montebugnoli). All.: Bianco
ARBITRO: Schiozzi di Gorizia

le squadre

foto gallery


[Realizzazione siti web www.sitoper.it]